Ultima ora
Home / Cultura ed Arte / Mare di fuori
fabio bruzzichini 2015

Mare di fuori

Questa mattina mi alzo
e lentamente mi affaccio
nella tazzina di caffè,
il mio sguardo vaga
tra le prime gemme
e la tiepida luce.

Un pensiero martella la mente
il mare, cosa rappresenta
per coloro che lo amano
per tutti quelli che restano
estasiati d’innanzi la sua potenza,
che tentano di catturare
le pietruzze luminose
di cui sono intrise le onde tranquille
quando il sole vi si scioglie dentro.

Il profumo di salsedine
m’inonda, pervade la mia essenza
non ho bisogno della vista
per averlo presente.
Lo sento, è li davanti a me.

Rimbomba l’onda potente,
si frange fragorosa sulle rocce
e torna nuovamente a colpire
con forza esplosiva
sulle attinie spaventate
e la posidonia che fugge
e ritorna di nuovo a battere la cala,
sfilacciando fulmini di schiuma
che restano sospesi nella luce
ricolma di pulviscolo profumato.

Il gozzo osserva tranquillo,
borbotta le sue bollicine
mentre solca la superficie
calma del mare.

Carlo

 

pier mario scano 2014

carlo hendel

Carlo nasce nei primi mesi del '50 e trascorre la sua infanzia a Roma, nella zona centrale della capitale, a “due minuti a piedi” da Piazza di Spagna. Di padre polacco e con la mamma abruzzese, Carlo aveva un fratello in Polonia, ed ha tre sorelle: una in Polonia e due in Italia. All'età di 22 anni si trasferisce nel paesino abruzzese di Barete e vi svolge attività libero-professionale per circa dieci anni. Consegue la nomina, da parte del Ministero di Grazia e Giustizia, alla Direzione Agrozootecnica della Casa di Reclusione dell'Asinara, evento che lo farà incontrare con l'isola e con la Sardegna. Vive e lavora con passione all’Asinara, per circa cinque anni, dal 1982. Alla vigilia della trasformazione dell’isola in Parco, partecipa come coautore, al volume “ASINARA” Storia, natura, mare e tutela dell’ambiente (Delfino Editore 1993) curato da A. Cossu, V. Gazale, X. Monbaillu e A. Torre, per la parte riguardante la Storia agricola e l’ordinamento carcerario. ------------------------------------------------------------------------------ L'Asinara non sarà più dimenticata. Blogger dal 2000 sotto vari pseudonimi, e con svariati blog. Nel 2007 pubblica una nota "L'Asinara - La storia scritta dai vincitori" con la quale, per la prima volta, rivendica per l'isola il suo "diritto inalienabile alla storia". Nel 2016 pubblica questo portale personale investendo notevoli energie e risorse solo con l'intento divulgativo e per testimoniare la storia dell'isola senza preconcetti o preferenze, per tutti i periodi e le vicissitudini attraversati dall'Asinara. Prosegue la sua attività lavorativa prima a Castelfranco Emilia (MO), poi a Roma (D.A.P.) ed infine a Viterbo ove maturerà il tempo della agognata quiescenza. All'età di 59 anni la sua vita cambia in modo importante, ma non è questa la sede propria di siffatta narrazione. -------------------------------------------------------------------------------------- Si definisce, da sempre, un ecoagricoltore e ancora oggi, produce olio biologico extravergine di oliva per autoconsumo, coltiva il suo orto con metodi esclusivamente naturali ed alleva animali da cortile. Carlo spesso ama dichiarare di aver avuto cinque o sei vite, ora ha due splendidi nipotini ed un diavolo per capello! Il resto lo lasciamo ai posteri......

Scrivi il tuo commento